News - News - Settima Revisione dell’assicurazione per l’invalidità

10.12.2019

Settima Revisione dell’assicurazione per l’invalidità

Un bilancio ambiguo con punti interrogativi sull’efficacia.

La 7a revisione dell’assicurazione per l'invalidità (AI) («ulteriore sviluppo dell’AI») è stata quasi (ma non del tutto) completata dal Parlamento durante la sessione invernale a seguito di una tempestiva deliberazione parlamentare. La revisione appare nel suo complesso contraddittorio:

  • Positivo è che le preoccupazioni di CURAVIVA Svizzera e delle organizzazioni per i disabili sono state tutto sommato ampiamente prese in considerazione dal Parlamento nelle misure mediche e di integrazione professionale, nella consulenza e nel sostegno alle persone interessate così come nei requisiti di qualità delle perizie.
  • CURAVIVA Svizzera, invece, desiderava regole più chiare di quelle che sono state adottate dal Parlamento per quanto riguarda il diritto all’indennità giornaliera e i criteri per le infermità congenite.
  • CURAVIVA Svizzera è inoltre sollevata dal fatto che non sia stata effettuata alcuna riduzione della rendita per figli. Peccato che la revisione dell’assicurazione per l’invalidità non ha potuto essere completata solo perché il Consiglio nazionale a mantenuto la sua intenzione di rinominare la rendita per figli.
  • Anche il bilancio del nuovo sistema di rendite lineare è ambivalente, in quanto porta a condizioni peggiori o migliori per gli interessati, a seconda del grado di invalidità. In ogni caso è positivo che vengano eliminati gli incentivi sbagliati derivanti dal precedente sistema di rendite. Inoltre, il fatto che la garanzia dei diritti acquisiti si applichi agli assicurati a partire dall’età di 55 anni è un fatto positivo.

Il bilancio contraddittorio della 7a revisione dell’AI riflette i diversi interessi e la complessità della proposta. Gli obiettivi della revisione, accolti fin dall’inizio da CURAVIVA Svizzera, sono stati tenuti: rafforzare il potenziale di integrazione e la capacità di mediazione dei giovani e delle persone affette da malattie psichiche così come migliorare il coordinamento degli attori coinvolti. Ma possono essere raggiunti in realità?

indietro