Studi - Informazioni specialistiche - Studi

Studi

Gli studi elaborati o commissionati da CURAVIVA Svizzera trasmettono alle persone interessate informazioni di fondo attuali relative ad argomenti ruotanti attorno al settore degli istituti di cura.

Nuovo progetto successivo: Concetto tecnologico.Quale associazione settoriale nazionale CURAVIVA Svizzera mette a disposizione dei responsabili di istituti di cura e istituzioni, delle associazioni cantonali, dei politici, dei rappresentanti dei media e di altri interessati materiale di fondo importante relativo agli sviluppi nell'assistenza di persone anziane, adulti portatori di handicap e bambini e giovani con bisogni particolari. Fanno parte di questi materiali anche gli studi redatti da CURAVIVA Svizzera stessa o fa elaborare da terzi. Qui è disponibile una scelta online.

 

Incremento del lavoro amministrativo negli istituti di cura

Inventario come pure provvedimenti e conclusioni

Autore: Richard Widmer, consulente per aziende, Basilea

Il "lavoro amministrativo" negli istituti di cura è aumentato negli anni scorsi e viene percepito vieppiù come un peso. Molte direzioni di istituti si lamentano di questo fatto. Contrariamente al lavoro supplementare in seguito all'aumento del bisogno di cure degli ospiti negli istituti, non esistono strumenti che misurino le modifiche nel lavoro amministrativo. Non viene inoltre effettuata alcuna remunerazione esplicita (finanziamento) di questi lavori supplementari. Spesso viene detto (e lamentato) che rimane sempre meno tempo da dedicare agli ospiti. Tutto è diventato più variegato e più complesso. La fattispecie però è piuttosto diffusa e non localizzabile in modo preciso.

Questo rapporto tiene conto degli ultimi dieci anni. Nella discussione con molti direttori di istituti di cura e collaboratori dei quadri si manifesta chiaramente che nel periodo preso in considerazione il lavoro amministrativo è aumentato praticamente in tutti i settori.

 


Quali sono gli elementi che rendono attraente un posto di lavoro nelle cure di pazienti lungodegenti?

Un'analisi sull'attrattiva del posto di lavoro mostra che il salario, gli orari di lavoro, le attività da svolgere come pure la cultura aziendale e i superiori sono importanti fattori d'influenza.

CURAVIVA Svizzera ha incaricato la Qualis evaluation GmbH di analizzare l'attrattiva del posto di lavoro nelle cure di pazienti lungodegenti. Tale analisi esamina quali aspetti influiscono maggiormente sull'attrattività del lavoro negli istituti di cura. Le inchieste tra i collaboratori sono state effettuate presso i collaboratori con contratto fisso in 22 istituti di cura diversi provenienti da otto Cantoni svizzeri. Circa un quinto dei partecipanti è costituito da persone con funzioni dirigenziali.

L'analisi relativa ai fattori più importanti dell'attrattività degli istituti di cura di pazienti lungodegenti mostra che detti fattori si distinguono a seconda del gruppo di persone interpellate. Mentre per i dirigenti l'attività con le relative possibilità di sviluppo e il rapporto con i diretti superiori occupa la prima posizione, per i collaboratori senza funzione dirigenziale sono le condizioni di lavoro, l'attività lavorativa e il livello dirigenziale superiore.

 


Abitazioni con servizi di assistenza in Svizzera – Le basi di un modello

Studio commissionato da CURAVIVA Svizzera, senesuisse, Pro Senectute Svizzera, Spitex Svizzera.

Se con l’avanzare dell’età il disbrigo delle faccende quotidiane diventa gravoso, o addirittura si rischia di non riuscire più a organizzare la routine giornaliera, esiste la possibilità di far capo a servizi ambulatoriali (Spitex) o stazionari (istituti). Negli ultimi anni viene offerta anche una terza forma di cure di lunga durata, che si concretizza nell’offerta di abitazioni con servizi di assistenza.
Tuttavia, il concetto di abitazione con servizi di assistenza è ancora impreciso. Manca un disciplinamento normativo, e la discussione è ostacolata dall’importante divario esistente tra le diverse regioni, sia nell’ampiezza dell’offerta sia a livello di organi responsabili degli istituti.

CURAVIVA Svizzera, senesuisse, Pro Senectute Svizzera e Spitex Svizzera hanno dunque deciso di analizzare il concetto di «abitazione con servizi di assistenza» con un progetto congiunto, nell’ambito del quale sono state riassunte le evidenze raccolte nella letteratura specializzata, sono state condotte interviste con esperti e sono stati valutati, in seno a un gruppo di lavoro, i risultati di un sondaggio realizzato presso esponenti del settore delle cure di lunga durata e della politica.

Su un punto regna l’unanimità: l’offerta di abitazioni con servizi di assistenza comprende soprattutto appartamenti di 1, 2 o 2,5 locali con cucina propria e bagno/WC. Ora esiste anche una definizione che suddivide in quattro gradi le prestazioni di cura e di assistenza offerte in questo tipo di abitazioni. Al grado D viene offerto soltanto un aiuto per le faccende domestiche. Le offerte di grado C sono incentrate sul mantenimento e la sollecitazione delle capacità proprie. Un assistente specializzato è a disposizione come persona di riferimento. Le offerte di grado B comprendono tutti gli aspetti dei compiti di cura e assistenza. Le risorse disponibili dell’interessato e dei suoi familiari vengono considerate sistematicamente, come pure i fattori e rischi rilevanti legati alla salute. Per questa ragione sono disponibili assistenti specializzati 24 ore su 24. Le offerte di abitazioni con servizi di assistenza di grado A consentono di rimanere nell’abitazione fino alla fine. Il team incaricato dell’assistenza è integrato da personale specializzato in cure palliative, demenza, malattie mentali o dipendenze. Nelle offerte di grado A e B, l’effetto sulle capacità di prendersi cura di sé stessi e sulla qualità della vita dei residenti viene valutato in modo sistematico. A tutti i gradi, il criterio di qualità è costituito dalla misura in cui l’offerta permette di salvaguardare la dignità del residente, il suo sentimento di indipendenza e la sua autonomia.

 


Introduzione delle DRG

Rapporto concernente le ripercussioni, le opportunità e i rischi per gli istituti di cura.

Il rapporto mostra le esperienze che singoli Cantoni hanno fatto finora con il sistema di fatturazione DRG come pure le ripercussioni e le tendenze per le cure di pazienti lungodegenti. Il rapporto espone pure le possibili opportunità e i possibili rischi per gli istituti di cura, diventando così un documento programmatico prezioso per lo sviluppo strategico degli istituti di cura di pazienti lungodegenti. In conclusione il rapporto raccomanda possibili provvedimenti.

Questo rapporto commissionato da CURAVIVA Svizzera (settore specializzato persone anziane) è stato elaborato da Richard Widmer, presidente del VAP e accompagnato da un gruppo di risonanza (composto da rappresentanti dei settori geriatria, cure infermieristiche ed economia).

Rapport DRG (pdf, 664 KB)

(solo in francese)

 


Impatto del modello abitativo e di cure 2030 sui costi 

Studio di Polynomics SA su incarico di CURAVIVA Svizzera

Nel 2016 CURAVIVA Svizzera ha avviato il modello abitativo e di cure 2030 (MOAC 2030). Tale modello non parte più dai singoli istituti di cura, bensì da fornitori di servizi che permettono ai clienti di determinare autonomamente la loro vita nell’ambiente abitativo che preferiscono. Le cure di base medico-sanitarie, le prestazioni collaterali e le offerte per il tempo libero sono parti integranti di tale ambiente assistenziale. Alle forme di cura ambulatoriali e stazionarie si aggiungono soluzioni abitative con servizi di assistenza in appartamenti appositamente concepiti. Esistono già approcci di applicazione di questo concetto di assistenza integrata a livello nazionale e internazionale.

Le prime esperienze indicano che il MOAC 2030 incrementa effettivamente la qualità della vita, ma finora non è stato possibile capire se risultassero anche vantaggi finanziari. Per questo motivo CURAVIVA Svizzera ha incaricato l’azienda Polynomics AG di analizzare l’impatto del MOAC 2030 sui costi rispetto all’attuale struttura assistenziale.

 


Modello abitativo e di cure 2030

Nuovo progetto successivo: Concetto tecnologico.

L’organizzazione e il funzionamento di strutture e processi della presa a carico integrata e a orientamento socioambientale possono venir sostenuti da nuove soluzioni tecnologiche. Con il progetto «Concetto tecnologico per il modello abitativo e di cure 2030» si è cercato di rispondere in modo mirato alla domanda su come le nuove tecnologie possano venir impiegate nell’impostazione futura delle cure.

Il concetto tecnologico è stato elaborato, su mandato di CURAVIVA Svizzera, dal Centro di ricerche in informatica di Karlsruhe. I risultati si basano in gran parte su interviste e workshop che hanno coinvolto gli ospiti, i famigliari, i collaboratori e i quadri dirigenti di istituzioni esemplari che si occupano di persone bisognose di sostegno in Svizzera.

 


Importanza degli istituti di cura in Svizzera per l'economia nazionale

Rilevamento delle prestazioni, dei posti di lavoro e di formazione come pure del valore aggiunto 2010

Spesso gli istituti di cura in Svizzera nella discussione pubblica vengono percepiti unicamente quale fattore di costi. In primo luogo sussiste l'opinione che tali costi vadano ridotti o che l'aumento pronosticato (in seguito allo sviluppo demografico) vada tenuto possibilmente basso.

Ci si dimentica così che gli istituti di cura non solo forniscono prestazioni enormi e molto importanti per la cura e l'assistenza delle persone anziane, ma contribuiscono pure in modo determinante al prodotto sociale e all'occupazione in Svizzera. Gli istituti di cura sono inoltre molto impegnati nella formazione professionale.

L'associazione mantello nazionale CURAVIVA Svizzera ha incaricato l'autore di quantificare le prestazioni aziendali e di economia nazionale degli istituti di cura e di chiarire qual è la loro importanza per il sistema sanitario e l'economia nazionale in Svizzera.

Quale base sono state impiegate la Statistica degli stabilimenti sanitari non ospedalieri (Somed), la statistica ospedaliera, il Censimento federale delle aziende e un'inchiesta presso le associazioni cantonali di CURAVIVA Svizzera.